browser icon
You are using an insecure version of your web browser. Please update your browser!
Using an outdated browser makes your computer unsafe. For a safer, faster, more enjoyable user experience, please update your browser today or try a newer browser.

Carpaccio di trippa e gola cruda

Pubblicato da il 18 giugno 2012
Condividi
Trippa e Gola cruda

foto da: arturodori.blogspot.it

 

di Cicciokombatchef

Si parla di Monferrato: avevo diciotto anni e con mio padre e mio fratello (una triade di edonisti non da poco) ho accettato l’invito di un gruppo di operai che salutavano un amico che partiva per l’Olanda in cerca di fortuna. Alcuni di loro usavano la cucina di un ristorante di paese, chiuso da un po’, per fare delle cene e in quell’occasione si sono rivelati dei cuochi di grande talento. E’ stata una serata meravigliosa, in cui io ero l’unica ragazza e tutti si meravigliavano di quanto li eguagliassi in tenuta dell’alcool e capacità di stomaco. La trippa cruda era un antipasto, il primo comparso sul tavolo, incredibilmente gustoso nella sua schiettezza e semplicità. Ricordo di averne chiesta una seconda porzione tra il secondo e il dolce. Questa è la ricetta:

 

Carpaccio di trippa e gola cruda
 

Tempo di preparazione

Tempo totale

 

Autore:
Tipo di ricetta: Spuntino
Porzioni: 4

Ingredienti
  • 250 gr di trippa
  • 150 gr di gola
  • 2 gambi di sedano
  • 1 spicchio d’aglio esanimato
  • 1 ciuffo di prezemolo
  • succo di mezzo limone
  • sale
  • olio d’oliva
  • pepe nero a volontà

Preparazione
  1. Dopo averle lavate accuratamente sotto l’acqua corrente, mettete la trippa e la gola in ammollo in acqua e aceto con un cucchiaio di bicarbonato per circa quattro ore. Mettete anche qualche cubetto di ghiaccio che manterrà la giusta consistenza alla fibra.
  2. Risciacquatela e se siete un po’ fighetti potete sbollentarla per una ventina di minuti in acqua e aceto, altrimenti basterà cambiare quattro volte l’acqua di ammollo per poi passare alla fase due.
  3. Tagliate la trippa a striscioline della lunghezza di 2 cm e della larghezza di 1 millimetro e la gola a fettine sottilissime.
  4. Unite il trito di aglio e prezzemolo e il sedano tagliato a microdadini. Condite il tutto e servite con pane casereccio tostato.

Note
E’ una goduria senza pari, ideale per una merenda in campagna o per un antipasto tardo estivo.

 

Condividi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>